26/04/2019 – Apertura Festival – aggiornamenti programma

È iniziato il Festival delle Religioni!
Vi aspettiamo fino a Domenica 28 Aprile a San Miniato al Monte.

Festival delle religioni

Per quanti non hanno avuto modo di partecipare alla preview del Festival, trasmettiamo una parte dell’intervento introduttivo di Francesca Campana Comparini, che ha introdotto il dialogo tra Ronald Lauder – presidente del World Jewish Congress – e il Sindaco di Firenze, Dario Nardella:

“Mister Lauder,
oggi è il giorno in cui si celebra la Festa della Liberazione italiana dal dominio nazista e fascista e le sono grata di esser qui a parlare in questo nostro Festival. Lei in quanto americano rappresenta ciò che insieme alle forze della Resistenza italiana è stato motivo della nostra libertà. Ecco che allora parlare in un giorno come oggi di identità e di libertà assume un significato pienamente dialettico e di reciprocità; noi italiani, noi fiorentini, vi abbiamo donato il nome, il cappello della vostra identità, e voi ci avete resituito l’omaggio della libertà.
“Il tuo nome è un (odore buono) profumo diffuso” recita il Cantico dei Cantici (si noti come in ebraico nome e olio profumato abbiano la stessa radice in shem e shemen). Un buon odore e un buon nome, una buona identità quindi, sono concetti analoghi a partire dal loro significato etimologico.
E un’identità che abbia un buon profumo è un’identità che nasce e cresce in un contesto di libertà – oggi celebriamo questo giorno e non per caso abbiamo dato questo titolo all’incontro – ma allo stesso tempo è bene dire che solo quella libertà che riconosce nella regola la sua guida fa maturare una buona identità, una di quelle identità che hanno un buon profumo. Il mondo ebraico, tanto quanto i monaci benedettini sanno quanto sia centrale questo passaggio; la libertà fondamento dell’identità SE a sua volta istruita ed educata dalla regola, che renda solidi i pensieri, che orienti il sapere facendolo correre su binari fermi, perché “dove è molta sapienza è molto affanno” e per non correre il rischio di creare quei “vuoti di pensiero” – diceva Hannah Arendt – che stanno alla base di tutti i totalitarismi di cui oggi celebriamo una presunta fine”

Festival delle religioni

Il programma del Festival lo trovate sul sito, ma ci teniamo a segnalarvi una variazione: l’incontro di Domenica con il fisico Mario Rasetti sarà in realtà tenuto dal Prof Stefano Marmi, matematico e fisico.