I Relatori

  • ABBAS DAMIANO DI PALMA

    Nato a Firenze nel 1980. Ha abbracciato l’Islam all’età di 18 anni, ha studiato scienze islamiche sia nelle scuole religiose tradizionali che in istituti accademici. Primo italiano ad aver raggiunto il grado di Hujjatulislam della gerarchia religiosa dell’Islam sciita, attualmente è presidente dell’Associazione Islamica “Imam Mahdi”, incarico che ricopre sin dalla sua fondazione nel 2005.

  • ALBERTO MELLONI

  • ALESSANDRO CECCHI PAONE

    È nato a Roma (1961). Conduttore televisivo, giornalista e dirigente sportivo italiano. Per molti anni è stato attivo nella divulgazione scientifica e culturale per poi interessarsi a trasmissioni di intrattenimento. Alessandro Cecchi Paone

  • ALESSANDRO D’ALESSANDRO

    È docente universitario presso il dipartimento di studi sul Medioevo e il Rinascimento dell’Università di Firenze. È membro dell’istituto buddista italiano Soka Gakkai.

  • ANDREA BELLANDI

    Nato a Firenze nel 1960. È sacerdote dell’arcidiocesi di Firenze. Dopo gli studi nel Seminario Arcivescovile fiorentino ha frequentato la Pontificia Università Gregoriana. Dal 2010 è canonico della Cattedrale Metropolitana fiorentina e dal 2014 è il Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Firenze.

  • ANDREA FAGIOLI

    È nato a Firenze (1956) Giornalista professionista, laureato in lettere, ha sempre svolto la sua attività nella stampa cattolica. Dal luglio 2006 è direttore del mensile «Edav (Educazione Audiovisiva)» del CiSCS, succedendo a P. Nazareno Taddei sj che lo fondò e lo diresse fino al 18 giugno 2006 giorno della sua morte. Dal giugno 2009 è il nuovo direttore di Toscana Oggi. Ha lavorato a «Toscana Oggi» sin dalla fondazione, nel 1983. È stato poi, dal 1994 al 1996, a Milano come vice caporedattore al quotidiano «Avvenire», di cui è tuttora collaboratore. Rientrato a «Toscana Oggi» nel 1997, dopo un breve periodo a Roma presso l’agenzia «Sir», ha assunto nel 1998 l’incarico del coordinamento editoriale per poi essere nominato vicedirettore nel febbraio 2004 e direttore nel luglio 2009.

  • ANDREA PEZZI

    Nato nel 1973 a Ravenna. È un conduttore televisivo. Esordio a Radio Deejay, dal 1996 al 2001 volto di Mtv Europe, poi passa a Mediaset e successivamente in Rai, cura una rubrica settimanale sul Sole 24 Ore. Nel 2006 ha scritto il suo primo libro, Mondi nuovi, seguito nel 2009 da Fuori programma. Ora consulente d’impresa e presidente di Ovo, network di contenuti tematici per la televisione.

  • ANNA MAFFEI

    È la Pastora della chiesa Battista di Firenze. Ha svolto i primi anni di pastorato in Molise, poi in Puglia, a Gioia del Colle e Santeramo. Dal 2004 al 2010 Anna è stata eletta presidente dell’Ucebi (Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia) fino alla nomina del 2010 come Pastora della comunità fiorentina.

  • CLAUDIA FUSANI

    Nata a Firenze e professionista dal 1990; ha lavorato dal 1988 al 1999 nella redazione fiorentina di Repubblica. Dal 1999 lavora a Roma, fino al 2008 a Repubblica e poi all’Unità come caposervizio. Cronista giudiziaria appassionata anche della politica, ha seguito alcune tra le inchieste più importanti degli ultimi anni.

  • CRISTIANA CAPOTONDI

    Attrice italiana nata a Roma nel 1980. Esordisce a dodici anni, nel 1993, nella serie Amico Mio con Massimo Dapporto e nell’anno seguente lavora con Gigi Proietti e Nancy Brilli in Italian Restaurant. La prima apparizione al cinema risale al 1995, quando partecipa al film Vacanze di Natale ‘95.

  • CRISTINA ACIDINI

    È nata a Firenze (1951). È una storica dell’arte e scrittrice italiana, attualmente Soprintendente della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze. In passato è stata, ad interim, Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure. Responsabile di restauri di grande importanza e curatrice di numerose mostre in Italia e all’estero, ha scritto moltissimi saggi sulla storia dell’arte e ha pubblicato due romanzi.

  • Dinni Rolfo

    Membro della comunità di Sant’Egidio di Firenze, è il responsabile del servizio immigrati. Da anni in prima in linea per favorire l’accoglienza e il sostegno dei tanti rifugiati che arrivano in Italia.

  • DON ALFREDO JACOPOZZI

    Parroco e docente presso la facoltà Teologica dell’Italia centrale, fu ordinato sacerdote nel 1988 a Firenze e da quel momento iniziò per lui un percorso di studio e di ricerca volto alla creazione di un dialogo inter-religioso.

  • ENNIO MORRICONE

    È nato a Roma nel 1928. Compositore, musicista e direttore d’orchestra italiano. Durante la sua carriera si è cimentato in tutte le specializzazioni della composizione musicale: nella musica assoluta così come nella musica applicata, dapprima come orchestratore e direttore in campo discografico, poi come compositore per il teatro, la radio, la televisione ed il cinema.

  • FRANCESCA CAMPANA COMPARINI

    Francesca Campana Comparini è nata nel 1988 a Firenze, presso la cui Università si è laureata in Storia della Filosofia con la tesi Tragico greco e tragico cristiano in Sant’Agostino insieme a Sergio Givone. Dal 2010 è coordinatrice degli incontri culturali presso lo Studio Teologico per Laici nella Basilica francescana. È sposata, ha due figli. La sua passione è la cultura e Firenze. Nel marzo 2013 fonda l’associazione culturale Luogo d’Incontro e nel mese di giugno diventa giornalista pubblicista, corrispondente di La Nazione e L’Osservatore Toscano. Collabora anche con IL, la rivista mensile del Sole 24 Ore. Ha pubblicato alcuni saggi filosofici sulla rivista culturale ‘Città di Vita’ e nell’estate del 2013 la guida filosofica Anima e materia tra Buddismo e Neoplatonismo nel catalogo della mostra di riapertura del Forte Belvedere a Firenze. È autrice del libro Prendi e leggi. Il pensiero dell’Occidente tra ragione e follia con prefazione di Giacomo Marramao ed edito con Castelvecchi. Sta lavorando al nuovo libro su “anticipazione teologica e filosofica”.Con la sua Associazione Luogo d’Incontro ha organizzato due edizioni del Festival delle Religioni, la prima nel 2014 dal titolo “Incontrandoci su ciò che ci divide” e la seconda nel 2015 “Andiamo Oltre”.

  • FRANCESCA IMMACOLATA CHAOUQUI

    È nata a San Sosti, Cosenza (1983). Dopo la formazione all’università degli studi di Roma La Sapienza è stata responsabile delle relazioni esterne per importanti strutture legali ed enti. È stata Membro della Pontificia Commissione Referente COSEA presso il Vaticano e External Relation & Communication presso l’EY.

  • FRANCESCO MARGIOTTA BROGLIO

    Dal 1971 è professore ordinario di Storia e sistemi dei rapporti tra Stato e Chiesa alla Facoltà di Scienze politiche “Alfieri” dell’Università di Firenze; precedentemente professore di diritto ecclesiastico all’Università di Urbino (1964-1968) e di Parma (1968-1971). Il professor Margiotta Broglio è uno dei più illustri studiosi italiani di diritto ecclesiastico e di storia dei rapporti fra Stato e Chiesa. Convinto sostenitore della laicità dello Stato, fra il 1983 e il 1987 ha fatto parte delle commissioni governative per la revisione del Concordato e per la stipula di intese con le confessioni religiose diverse dalla cattolica.

  • GHESCE TENZIN TENPHEL

    È nato a Domo, in Tibet (1956). Figlio di agricoltori, a diciassette anni entra al monastero Sera Je nell’India meridionale. Nel 1994 ottiene il titolo di Ghesce Lharampa e l’anno successivo completa gli studi tantrici per un anno a Gyu To. Nel 1998, trasferitosi in Italia, all’Istituto Lama Tzong Khapa, a Santa Luce, diviene assistente del rettore Ghesce Ciampa Gyatso, a cui succederà dal 2007.

  • GIOVANNI MARIA VIAN

    È nato a Roma nel 1952. Storico e giornalista italiano. Dal 2007 è direttore de L’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede. Si occupa soprattutto d’interpretazione della Bibbia nel giudaismo e cristianesimo dell’antichità, di storia della tradizione cristiana e del papato contemporaneo.
    Ordinario di filologia patristica presso l’Università La Sapienza di Roma, editorialista di Avvenire e collaboratore del Corriere della Sera e Il Giornale.

  • H.B FOUAD TWAL

    Nato a Madaba in Giordania nel 1940. Dal 21 Giugno 2008 è il Patriarca latino di Gerusalemme. Entrato nel seminario di Beit Jala, presso Gerusalemme, nel 1959, viene ordinato sacerdote il 29 giugno 1966. Il 31 maggio 1995 Mons. Twal riceve la prelatura territoriale di Tunisi e diventa  primo vescovo arabo di un paese del Nord Africa, contemporaneamente riceve il titolo ad personam di arcivescovo. Nel marzo 2006 è nominato presidente dell’Università di Betlemme.

  • IGNAZIO INGRAO

    È nato a Roma (1969). Giornalista e autore televisivo italiano. Attualmente lavora per il settimanale Panorama dove ricopre il ruolo di caposervizio e vaticanista. Già caporedattore dell’agenzia stampa Sir, ha diretto il bimestrale Coscienza ed è stato conduttore e autore della trasmissione A Sua Immagine su RaiUno. Impegnato da molti anni negli organismi di categoria dei giornalisti, attualmente è fiduciario dell’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (Inpgi) per il Lazio e consigliere d’amministrazione del Fondo di previdenza complementare dei giornalisti.

  • IMAM YAHYA PALLAVICINI

    Nato nel 1965.  È l’imam della moschea al-Wahid di Milano e il vice presidente della Co.re.is – Comunità religiosa islamica italiana. È tra i fondatori del comitato di imam, rabbini e cristiani per la pace costituito dall’Unesco, oltre che consigliere per i rapporti con il Vaticano e l’Italia dei 138 sapienti musulmani internazionali del documento Una Parola Comune. Dal 2006 è consigliere del Ministero dell’Interno nella consulta per l’Islam italiano.

  • IZZEDIN ELZIR

    nato a Hebron in Palestina. È l’ Imam di Firenze, è in Italia da 21 anni, paese dove sono nate le sue tre figlie. Dal 2010 è presidente dell’UCOII, Unione delle Comunità Islamiche d’Italia. Il suo impegno è per costruire una Comunità Islamica italiana coesa, che svolga a pieno titolo la sua funzione religiosa e civile nella completa autonomia da qualsiasi forza esterna, paese o ideologia.

  • JOSEPH LEVI

    Si è laureato in filosofia presso l’Università di Gerusalemme, in psicologia presso la Sorbona di Parigi e in psicologia cognitiva presso l’Università di Copenaghen. Dal 1996, è Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Firenze e della Toscana centro-orientale (Siena, Arezzo, Prato, Pistoia). Attivo nel campo del dialogo inter-religioso e inter-culturale.

  • JOSEPH WEILER

    Nato Johannesburg nel 1951. È un giurista e docente statunitense, rettore dell’Istituto universitario europeo con sede a Firenze, dirige i centri di ricerca internazionale Jean Monnet, loStrauss Institute e il Tikva Center a New York. Ha ricevuto la cittadinanza italiana per i meriti speciali conseguiti in Italia, su proposta avanzata dal Ministro dell’Interno

  • MAGDI CRISTIANO ALLAM

    Nato a Il Cairo nel 1952. Giornalista e politico, per molti anni a Repubblica, è stato vicedirettore ad personam del Corriere della Sera. Laureato in Sociologia all’Università La Sapienza di Roma. Già musulmano laico, convinto che la fede debba essere un fatto privato tra Dio e la coscienza del credente, s’è poi convertito con gran clamore al cattolicesimo prendendo il nome di Cristiano.

  • MARCO ANSALDO 

    È nato a Genova (1959). Vaticanista di “Repubblica” e inviato speciale per la politica internazionale, ha effettuato reportage in tutto il mondo. È uno dei più autorevoli esperti di Turchia. Insegna Giornalismo estero presso l’Università LUISS di Roma. Le sue ultime pubblicazioni sono Chi ha perso la Turchia (Einaudi, 2011) e Uccidete il Papa – La verità dietro l’attentato a Giovanni Paolo II con Yasemin Taskin (Rizzoli, 2011).

  • MARIO ADINOLFI

    È nato a Roma nel 1971. Giornalista, politico, giocatore di poker e blogger italiano. Firma articoli e servizi per i quotidiani Avvenire, Europa, Il Popolo, e La Discussione, e per la Radio Vaticana. Autore e condttore di programmi radiofonici e televisivi per l’emittente pubblica e per varie emittenti private. Nel 2014 fonda un quotidiano, la Croce, di cui sarà direttore responsabile.

  • MAURIZIO CRIPPA

    È nato a Milano nel 1961. Lavora al Foglio dalla sua fondazione. E’ stato all’inizio responsabile degli Esteri, poi curatore dell’edizione domenicale, ora scrive di cultura, politica, Chiesa. È sposato e ha due figli.

  • MAURIZIO MOLINARI

    È nato a Roma (1964). Scrittore e giornalista professionista dal 1989, specializzato in politica estera e questioni internazionali, in particolare riguardanti il Vicino Oriente, dove dal 2014 è corrispondente del quotidiano La Stampa. È stato corrispondente dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea. In precedenza ha scritto anche su testate come L’Indipendente, L’Opinione, Il Tempo, Il Foglio, Panorama e collabora con le reti televisive La7, RaiNews24, Sky TG 24 e Tg5. Attualmente vive a Gerusalemme.

  • MAURO MAGATTI

    Nato nel 1960. Sociologo ed economista, laureato  in Discipline Economiche Sociali all’Università Bocconi di Milano, dal 1994 è ricercatore universitario presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Cattolica di Milano, dal 2002 è professore ordinario in Sociologia generale. È editorialista del Corriere della Sera.

  • MERIAM YAHIA IBRAHIM ISHAG

    Nata a Gadaref (1987). Dottoressa cristiana ortodossa, cresciuta secondo la fede cristiana dalla madre, in assenza di padre musulmano. Nel 2013 viene accusata di adulterio per aver sposato un uomo non musulmano, nel febbraio 2014 verrà accusata di apostasia. Dopo quasi un anno di prigionia, la sentenza definita da parte del giudice è la condanna a morte, per la sua mancata volontà di convertirsi all’Islam. Nel giugno 2014 verrà scarcerata grazie al ruolo attivo svolto dalla diplomazia italiana, e insieme alla sua famiglia ha potuto lasciare il Sudan per raggiungere Roma, dove ha incontrato Papa Francesco, prima di arrivare negli Stati Uniti.

  • MONICA MAGGIONI

    È una giornalista italiana. Dall’agosto 2015 è Presidente della Rai, Radiotelevisione Italiana e Vicepresidente dell’EBU, European Broadcasting Company, è stata corrispondente di guerra e Direttore di Rai News24. 

    Entra in RAI nel 1992 dopo la selezione presso la Scuola di Giornalismo Radio Televisivo di Perugia, e dopo una breve esperienza a Euronews a Lione comincia la carriera di inviato nel 1996 per il settimanale di approfondimento del Tg1TV7.

    Tra il 2000 e il 2002 segue le fasi più violente della seconda intifada. Nel 2003 è l’unica giornalista italiana embedded con le forze Statunitensi in Iraq. Da quel momento copre regolarmente i conflitti iracheni come inviata a Baghdad, l’Iran e tutto il Medio Oriente. Nel 2008 si trasferisce negli USA dove segue la campagna elettorale che porta all’elezione di Obama. 

    Conduce il telegiornale e diversi programmi. Nel 2010 è caporedattore centrale della redazione Speciali del TG1.

    Nel 2010 e 2011 realizza due documentari presentati alla Mostra del Cinema di Venezia: “Ward 54”, premiato a Biarritz con il Prix Mitrani, e “Out of Tehran”.

    Nel 2013 diventa direttore di Rainews, il canale all-news della Rai.

    Ha pubblicato: Dentro la guerra (Longanesi, 2005), La fine della verità (Longanesi, 2006), Terrore Mediatico (Laterza, 2015) e il saggio Twitter e jihad (ISPI, 2015).

    È membro del CdA dell’ISPI, Milano, della Treccani e dell’European Council on Foreign Relations.

  • MONS. VINCENZO BERTOLONE

    È nato a San Biagio Platani (1944). Ordinato sacerdote il 17 maggio 1975 nella Congregazione dei Missionari Servi dei Poveri. Papa Benedetto XVI lo nomina vescovo della diocesi di Cassano allo Ionio nel 2007. Riceve l’ordinazione episcopale nello stesso anno dal cardinale Tarcisio Bertone Fu promosso arcivescovo dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace il 25 marzo 2011.

  • MONS. VINCENZO PAGLIA

    È nato a Boville Enrica (1945). È consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio e presidente della Federazione Biblica Cattolica Internazionale. È stato ordinato sacerdote il 15 marzo 1970 incardinandosi nella diocesi di Roma. Dal 1981 al 2000 è stato parroco nella basilica di Santa Maria in Trastevere e prefetto della terza prefettura di Roma. Nel 2002 diventa presidente della Federazione biblica cattolica internazionale, mentre nel 2004 è presidente della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo della Conferenza episcopale italiana: due anni fa, nel 2012, è riceve la nomina a presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia ed elevato alla dignità di arcivescovo.

  • NIKOLAUS PAPADOPOULOS

    È il Reverendo della Parrocchia greco-ortodossa di San Giacomo a Firenze.

  • PADRE BERNARDO M. GIANNI

    Priore di San Miniato al Monte, è membro della giunta del Comitato preparatorio nazionale della Cei presieduto dall’arcivescovo Cesare Nosiglia e che ha il compito di elaborare linee, contenuti e aspetti organizzativi del convegno del 2015.

  • PADRE GIANCARLO BRUNI

    Monaco dell’ordine dei Servi di Maria è un Biblista di fama internazionale, membro della Comunità ecumenica di Bose. Vive presso l’Eremo di San Pietro alle Stinche, nella campagna Fiorentina. E’ docente universitario e autore di numerosi saggi.

  • PAOLA SEVERINO

    È nata a Napoli nel 1948. Giurista, avvocato e accademica italiana. Dal 16 novembre 2011 al 28 aprile 2013 è stata ministro della giustizia del governo Monti, prima donna a ricoprire questa carica nella storia d’Italia. Nel 2001 ha rivestito la carica di Vicepresidente del Consiglio della magistratura militare.

  • PAOLO ERMINI

    Nato a Firenze nel 1953. Giornalista italiano e dal 2008 direttore del Corriere Fiorentino. Già condirettore del Corriere della Sera (dal 2003) e responsabile di Rcs Quotidiani per le nuove iniziative locali, nel 2007 vinse il premio internazionale “Cinque stelle per il Giornalismo 2007”.

  • PAOLO GENTILONI

    È nato a Roma (1954). Politico italiano. Dal 31 ottobre 2014 ricopre l’incarico di Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel Governo Renzi. Deputato dal 2001, dal 17 maggio 2006 all’8 maggio 2008, Gentiloni è stato anche Ministro delle comunicazioni nel Governo Prodi.

  • PAOLO MIELI

    Nato a Milano nel 1949. È un giornalista e saggista italiano che si occupa principalmente di politica estoria. È stato direttore de la Stampa dal 1990 al 1992, e del Corriere della Sera dal 1992 al 1997 e dal 2004 al 2009. Dal2009 è presidente di RCS Libri. Da alcuni anni tiene regolarmente un seminario sulla “Storia dell’Italia Repubblicana” presso la facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università degli Studi di Milano.

  • PAOLO RUFFINI

    È nato a Palermo (1956). Giornalista italiano, vincitore di numerosi premi per il giornalismo, premio Fregene (1996), premio Folgarida (1997) e premio Ischia (2001). Inizia la sua attività professionale nel 1978 come cronista al Mattino di Napoli per poi trasferirsi a Roma per entrar a far parte della redazione politica del Il Messaggero, per diventarne vice direttore nel 1996. Nel novembre dello stesso anno viene nominato direttore del Giornale Radio Rai. Il 28 aprile 2014 viene nominato direttore di rete di TV2000 e Radio InBlu da Rete Blu S.p.A. la società che controlla le emittenti della Conferenza Episcopale Italiana.

  • PIERFRANCESCO DE ROBERTIS

    È nato ad Arezzo. Direttore del quotidiano La Nazione di Firenze dopo essere stato responsabile della redazione romana del Quotidiano Nazionale. Si occupa anche di informazione religiosa. Per Rubbettino ha pubblicato due libri-inchiesta: La casta invisibile delle regioni. Costi, sprechi e privilegi (2012) e La casta a statuto speciale.

  • PIERGIORGIO ODIFREDDI

    È nato a Cuneo nel 1950, matematico, logico e saggista italiano. Il suo principale campo di ricerca è stata la teoria della calcolabilità, branca della logica matematica che studia la classe delle funzioni in grado di essere calcolate in maniera automatica. In tal campo ha pubblicato una trentina di articoli, e il libro in due volumi Classical Recursion Theory (North Holland Elsevier, 1989 e 1999), che è diventato un testo di riferimento sull’argomento. Oltre all’attività accademica, ha intrapreso un’attività divulgativa, iniziata con collaborazioni a vari giornali e riviste: dapprima La Rivista dei Libri, Sapere, Tuttoscienze e La Stampa, poi la Repubblica, L’espresso e Le Scienze.

  • RABBI ADIN EVEN ISRAEL STEINSALTZ

    Nato a Gerusalemme nel 1937. È un rabbino e filosofo israeliano, conosciuto comunemente per il suo commento e traduzione del Talmud in ebraico, francese, russo e spagnolo. Steinsaltz è noto come studioso, critico sociale e autore internazionale il cui background include anche un’intensa formazione scientifica. Nel 1988 la rivista Time l’ha nominato “studioso del millennio”.

  • RAFFAELE CANTONE

    È nato a Napoli (1963). È entrato in magistratura nel 1991, ha svolto la carica di sostituto procuratore presso il tribunale di Napoli fino al 1999, anno in cui è entrato nella Direzione distrettuale antimafia napoletana di cui ha fatto parte fino al 2007. Ha condotto importanti indagini contro il clan camorristico dei Casalesi che si sono concluse con l’ergastolo di boss del calibro di Francesco Schiavone. È autore di numerosi articoli pubblicati sul quotidiano Il Mattino e di numerose pubblicazioni in materia giuridica. Nel 2008 ha pubblicato per la Mondadori, Solo per giustizia, opera autobiografica in cui ripercorre la sua esperienza di magistrato di prima linea.

  • RICCARDO DI SEGNI

    È nato a Roma (1949). Primario di Radiologia presso l’Ospedale San Giovanni di Roma, dal 2001 è il Rabbino capo della Comunità Ebraica di Roma. E’ considerato una delle massime autorità morali e spiritualità ebraiche in Italia.

  • ROBERTO VECCHIONI

    È nato a Carate, in provincia di Monza e Brianza (1943). E’ un cantautore, paroliere, scrittore e poeta. Nella sua longeva carriera musicale è stato vincitore di tutti i maggiori premi italiani, tra cui il Premio Tenco ed il festival di Sanremo. Nel 2009 ha pubblicato il libro Scacco a Dio (Einaudi)

  • SERGIO GIVONE

    È nato a Buronzo (1944). Filosofo italiano. Nel 1982-83 e nel 1987-88 è stato Humboldt-Stipendiat presso l’Università di Heidelberg, attualmente ricopre la carica di ordinario di estetica alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze. Noto per i suoi significativi lavori su Dostoevskij e per la sua ricerca sulla storia del nulla e sulle implicazioni di un nuovo pensiero tragico. Collabora assiduamente col quotidiano la Repubblica e nel 2012 è stato nominato assessore alla Cultura del Comune di Firenze.

  • SERGIO RISALITI

    È è nato a Prato (1962). Storico dell’arte, critico d’arte e giornalista, direttore artistico di istituzioni pubbliche, ideatore e curatore di mostre ed eventi culturali. Dagli anni ‘80 svolge un’intensa attività culturale come critico, curatore e organizzatore di mostre ed eventi in Italia e all’estero. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui, nel 2001, il riconoscimento come miglior direttore di istituzione d’arte contemporanea dell’anno. Nel 2004 progetta Quarter, Centro Produzione arte di Firenze. Ha scritto numerosi testi e articoli per cataloghi e riviste su artisti italiani stranieri.

  • SEVERINO SACCARDI

    È nato a Gaiole in Chianti (1949). Docente, impegnato nella cultura e nella promozione del dialogo e dei diritti umani, è stato Consigliere per la Regione Toscana. E’ direttore della rivista “Testimonianze, fondata nel ‘58 da padre Ernesto Balducci, e collabora con quotidiani e riviste occupandosi spesso di temi storici, religiosi e politici.

  • STANISLAW OBIREK

    Nato nel 1956.È uno storico, antropologo e Gesuita. Obirek si è interessato soprattutto al ruolo della religione nella cultura contemporanea e al dialogo interreligioso. Si è occupato anche delle conseguenze della Shoah e della capacità di superare i conflitti religiosi.

  • STEFANIA GIANNINI

    È nata a Lucca (1960). Professoressa Ordinaria di Glottologia e Linguistica dal 1999, e già rettrice dell’Università per stranieri di Perugia dal 2004 al 2013, è stata coordinatrice politica di Scelta Civica. A febbraio 2015 insieme ad altri esponenti del partito lascia Scelta Civica per aderire al PD. Attualmente ricopre la carica di Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del governo Renzi.

  • STEFANO DI BATTISTA

    È nato a Roma (1969). Sassofonista, la sua carriera inizia nel 1992 e nel 1997 pubblica il suo primo album Volare. Attualmente è il leader dello Stefano Di Battista Jazz Quartet, noto gruppo musicale jazz di livello internazionale. Partecipa numerose volte come componente dell’orchestra, anche col suo gruppo, al festival di Sanremo.

  • SUMAYA ABDEL QADER

    È nata a Perugia nel 1978 da giordano-palestinesi. Laureata in Mediazione linguistica e culturale ed in biologia. Collabora con numerose università italiane e con riviste, quotidiani e blog. Tra i fondatori dei GMI (Giovani Musulmani d’Italia), ha pubblicato Porto il velo, adoro i Queen – nuove italiane crescono (Sonzogno Editore, 2008).

  • TOMMASO MATTEI

    Collaboratore di Alessandro Preziosi. Cura traduzioni e adattamenti, autore anche di un testo originale, il monologo “Le ultime ore di A.I.”

  • UGO DE SIERVO

    È nato a Savona (1942). Professore ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università degli Studi di Firenze e componente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali. Nel 2002 è eletto alla Corte costituzionale, nel 2009 ne diviene Vicepresidente e nel 2010 Presidente, carica che manterrà fino all’aprile 2011.

  • VALDO SPINI

    Politico italiano nato a Firenze nel 1946. Ha cominciato a impegnarsi in politica giovanissimo e nel 1962 ha aderito al Partito Socialista Italiano, per il quale è stato eletto deputato a trentatré anni nel 1979. Ha ricoperto cariche al Mistero degli Interni come sottosegretario e assessore alla cultura e consigliere comunale a Firenze.
    Nell’aprile 2010 è stato eletto presidente del Coordinamento delle Riviste Italiane di cultura (CRIC). Nel 2012 è stato eletto presidente dell’Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane (AICI) e da marzo 2013 è Presidente del Comitato Scientifico della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

  • VALENTINA COLOMBO

    È nata a Cameri (1964). Ricercatrice di Storia dei Paesi islamici presso l’Università Europea di Roma e Senior Fellow presso la European Foundation for Democracy di Bruxelles. I suoi principali ambiti di ricerca sono i processi di democratizzazione in Medio Oriente e la condizione della donna e degli intellettuali liberali nel mondo islamico. E’ membro del Comitato per l’Islam italiano presso il Ministero dell’Interno.

  • VEN. GHESCE TENZIN TENPHE

    Nato a Domo nel 1956. Monaco buddhista tibetano. Ha conseguito il più alto titolo accademico di Ghesce Lharampa presso l’università monastica di Sera nel Sud dell’India e dal 1998 vive e insegna all’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (PI). È molto apprezzato anche in altri centri di Dharma per la freschezza e l’energia che mette nel trasmettere gli insegnamenti del Buddha. Un monaco di grandi qualità e un maestro che sa parlare dritto al cuore degli ascoltatori, amante del dibattito e del ragionamento e pienamente qualificato ad insegnare sia il Sutra che il Tantra. È anche il vice-direttore di Karuna Home Italia, l’associazione che rappresenta il Progetto di solidarietà per bambini disabili realizzato dal Ven. Khube Rinpoce, di cui Ghesce-la è un forte sostenitore.

  • VIDEO RAV STERN

    Nato nel 1944 a Tel Aviv. È il rabbino capo di Gerusalemme e il direttore del Halacha Brura e del Berur Halacha Institute. Nel corso degli anni il rabbino Stern ha scritto centinaia di responsa Halachic e articoli religiosi filosofici riguardanti il pensiero ebraico. Parallelamente alla sua attività religiosa e educativa, lui serve anche come rabbino congregazionale nel quartiere “Katamon” a Gerusalemme. E ‘stato anche uno dei fondatori della “Ma’aleh Televisione, Cinema e Arti Scuola” per il settore religioso nazionale nel 1989.

  • VITO MANCUSO

    Nato a Carate, Brianza (1962). È un noto teologo italiano. Dal 2013 è docente di “Storia delle Dottrine Teologiche” presso l’Università degli Studi di Padova ed è stato docente di teologia presso la Facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. Editorialista de La Repubblica dal 2009, i suoi saggi ed i suoi interventi animano da anni, su più fronti, il dibattito culturale e teologico in Italia.

  • VITTORIO SGARBI

    È nato a Ferrara il 1952. Critico d’arte, storico dell’arte e politico italiano. È direttore-coordinatore assegnato alla Soprintendenza ai beni artistici e storici di Venezia. È autore di numerose pubblicazioni sull’arte e sulla critica d’arte. Saggista e conduttore televisivo. Collabora con “Bell’Italia”, “Il Giornale”, “L’Espresso”, “Panorama”, “Restauro & Conservazione”, “Oggi”, “Arte e Documento”.

  • YASEMIN TASKIN

    È nata a Erzurum (Turchia, 1963). Dopo aver aperto l’ufficio dell’Agenzia di stampa Anadolu a Roma, è oggi corrispondente del quotidiano “Sabah” e della rivista di geopolitica “Limes”. Autrice di libri e saggi, è stata vice presidente dell’Associazione della Stampa Estera. Ha vinto il premio internazionale Donna Città di Roma.

  • Zouhir Louassini

    È laureato in lingua e letteratura Araba. Giornalista Rai, ha lavorato per l’Agenzia di Stampa spagnola EFE e per la radio di Tangeri. Collabora con Al-Hayat, El Pais e l’Osservatore Romano. Opinionista presso la radio del Mediterraneo Medi e BBC Arabic. Ha scritto nel 1998 “Uccidere l’arabo”, libro sull’immagine del mondo arabo nella stampa occidentale e nel 2006 “Tra le braccia di Condoleeza e senza effetti collaterali” che tratta dei rapporti tra il mondo arabo e gli Stati Uniti, entrambi pubblicati sia in arabo che in spagnolo. Ha fondato il portale online di informazione Arabpress.eu.

  • Zygmunt Bauman

    Nato a Poznan il 19 novembre 1925, è un sociologo e filosofo britannico di origini ebraico-polacche. Docente presso l’Università di Varsavia, nel marzo del 1968 fu espulso per le idee politiche invise al regime comunista. Dal 1969 al 1971 ha insegnato presso l’Università di Tel Aviv per poi accettare la cattedra di Sociologia all’Università di Leeds. Ha acquistato notorietà per le sue analisi sui legami tra modernità e olocausto e sul consumismo postmoderno. Ha definito «modernità liquida» come la nuova condizione nella quale l’individuo si trova oggi a vivere e ad agire. Le certezze debbono essere abbandonate, i criteri, validi fino ad oggi vengono messi in discussione. Si impone un continuo mutamento di parametri e atteggiamenti. Acquistano un ruolo centrale le doti di flessibilità e adattabilità.