04/05/2015 – Enews n°4 – Mercoledì 12 maggio prima giornata del Festival

andiamoltre

Cari amici del festival,
Manca poco al fischio di inizio. Vi ricordo i giorni: 12 | 15-17 maggio. Non prendete impegni!

Ricordate di registrarvi ai singoli incontri così da garantirvi il posto a sedere! Se vedete il tutto esaurito, non vi scoraggiate, venite lo stesso. Troverete di sicuro un modo per partecipare agli incontri, in piedi o al posto di qualche smemorato che non è venuto!

Tutti gli incontri sono importanti, ma ci tengo a segnalarvi l’inaugurazione di martedì 12 maggio come un momento davvero significativo e simbolico:

Ore 11.00 nel salone dei Duecento:
Dopo i saluti del Sindaco, Dario Nardella, il Patriarca Latino di Gerusalemme Fouad Twal e il Rabbino Steinsaltz, più grande talmudista vivente, interverranno moderati dal giornalista Maurizio Molinari, inviato de La Stampa in Israele.

Ore 17.00 nel salone dei Cinquecento:
Dopo i saluti del Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, interverrà S.S. Papa Tawadros II intervistato dalla giornalista Monica Maggioni, direttore di Rai News.

Il Papa Copto è la voce più rappresentativa dei cristiani perseguitati dall’Isis. L’invito a Firenze vuole testimoniare la solidarietà e l’attenzione del Festival delle Religioni verso la voce massima dei perseguitati a causa della religione. I cristiani copti sono i nuovi martiri di questo secolo, per questa ragione consegneremo a Papa Teodoro II un riconoscimento di solidarietà e vicinanza. È solo un simbolo ma che per noi ha un grande valore perché vuol testimoniare che siamo tutti schierati contro il fanatismo della religione, della violenza e della mortificazione della vita.
Papa Teodoro II è anche Patriarca di Alessandria d’Egitto e racconterà la vita e la situazione attuale dei cristiani in Egitto, Nord Africa e Medio Oriente.

È un evento epocale, nello stesso anno Firenze si appresta ad accogliere due Papi!
Accorrete numerosi per dare un segnale importante!
Più saremo è più forte sarà il nostro messaggio. Ciascuno di noi è importante, nessuno si senta escluso!
Questo incontro sostituisce la presenza dell’Imam di Al Hazar che per ragioni istituzionali si deve trattenere al Cairo. Il suo incontro è rimandato a data ancora da definire.

Ci vediamo al festival!

Francesca

Ps.
Vi segnalo inoltre che Meriam la ragazza sudanese non potrà essere con noi il 15 maggio, per questo motivo non avevamo ancora aperto le iscrizioni al suo incontro. Meriam ha problemi con i documenti che non le consentono di uscire fuori dagli USA dove ora risiede.
Non appena si sbloccherà questa situazione e avrà i documenti giusti farà visita Firenze.
E noi la accoglieremo per sentire da vicino la sua storia, capace davvero di farci riflettere.

Ciao!